"Qualcuno ti chiede una mano e si prende il braccio, noi ti chiediamo un braccio solo per dare una mano"

Giornate per la donazione del sangue: 4 luglio

Annegamento
Asma
Avvelenamento
Colpo di sole
Colpi alla testa
Coma diabetico
Congelamento
Convulsioni dei bambini
Crampi
Denti
Disidratazione
Distorsioni
Dolori addominali
Epistassi
Febbre
Ferite
Folgorazione
Frattura delle ossa
Ictus
Inalazione di gas
Infarto cardiaco
Intossicazione
Iperventilazione
Morsi di animali
Occhi
Orecchi
Parto
Puntura di insetto
Schegge
Shock
Strappo muscolare
Svenimento
Ustioni

Cristiana Capotondi per AVIS

 

Cosa fare se...

_______________|Annegamento|

Se c'è qualcuno in pericolo nell'acqua, è meglio, se si può, non agire da soli: chiamare aiuto a gran voce è la prima cosa da fare; poi, se la distanza lo consente, invece di gettarsi in acqua, si può provare a raggiungere la persona in pericolo allungandogli un braccio o una gamba, tenendosi contemporaneamente ben attaccati a qualcosa di stabile. Sempre se la persona non è troppo lontana, si può anche provare a lanciarle qualcosa che galleggi e alla quale potersi aggrappare (una corda, un bastone, ecc.). Qualora invece la persona sia molto distante, è necessario buttarsi in acqua, avendo l'accortezza di portare un'asse, un salvagente o qualsiasi altro oggetto che galleggi a cui aggrapparsi. È quindi opportuno, mentre si nuota per raggiungere la persona in difficoltà, non perdere mai di vista nè lei nè il punto in cui si trova. Una volta arrivati, bisogna subito porgere alla persona l'oggetto a cui aggrapparsi e quindi, nuotando senza fretta e senza affaticarsi, la si deve tirare lentamente verso riva.
Una volta giunti fuori dall' acqua, può essere necessario effettuare subito la respirazione artificiale (come spiegato prima) ed eventualmente il massaggio cardiaco.
La persona va poi avvolta in una coperta o in un asciugamano, deve cioè essere riparata a stare al caldo per non subire ulteriori traumi. Non bisogna invece porgerle da bere.
Anche se l'incidente sembra essersi risolto per il meglio e la persona pare essersi ripresa completamente, è necessario chiamare un medico o condurre l'infortunato al più vicino Pronto Soccorso: una visita per accertare le condizioni generali è infatti comunque indispensabile.


>>Home Page AVIS Nazionale <<

>>Home Page AVIS Regionale <<

>>Home Page AVIS Provinciale <<


Scarica il modulo per diventare

volontario!



Visitaci anche su:

 


Avis Uri - Via Sassari n. 28 - 07040 Uri (SS) -Tel.: 079/419777 - Fax.: 079/4817133- E-mail: avis.uri@pec.sardegnasolidale.it - avis.uri@tiscali.it